Cerca
Accedi
Italiano It

    Notice: Undefined index: languagesAliases in /var/www/vhosts/localtourism.it/httpdocs/header.php on line 134

    Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /var/www/vhosts/localtourism.it/httpdocs/header.php on line 134

Parco Archeologico di Siponto

Galleria Foto

Informazioni

Il Parco archeologico di Siponto riveste una grande rilevanza in quanto testimonia l'importanza raggiunta dall’antica Siponto, colonia romana dal 194 a.C. e tra i principali porti della Regio II, prima di divenire anche sede di una delle maggiori diocesi della regione. Dopo l’impaludamento del porto e due violenti terremoti, nel 1223 e nel 1255, Siponto venne abbandonata e gli abitanti si trasferirono nella nascente città fondata dal figlio dell’Imperatore Federico II di Svevia, re Manfredi (seconda metà del XIII secolo), chiamata Manfredonia o, sotto il successivo dominio angioino, Sypontum Novellum. 

Pregiati pavimenti musivi relativi alla fase di edificazione della basilica (IV sec. d.C.) e alla sua ristrutturazione, avvenuta nel secolo successivo, sono visibili all’interno della Basilica Medievale di Santa Maria Maggiore. La Basilica Medievale, edificata tra la fine dell’XI e gli inizi del XII secolo, è uno dei cardini dell’architettura romanica pugliese. Ha la forma di un cubo sormontato al centro da una piccola cupola e una cripta con ingresso dall’esterno. Tra la fine dell’XII e gli inizi del XIII secolo fu sottoposta a numerosi interventi di rifacimento. Per la costruzione e la decorazione architettonica furono reimpiegati materiali della più antica Siponto (colonne, capitelli). 

Pregevole il portale con archivolto sostenuto da due colonne poggianti sul dorso di un leone. A partire dal 2016, nel Parco Archeologico di Siponto, è stato realizzato il progetto “Dove l’arte ricostruisce il tempo”, una innovativa installazione in rete metallica opera del giovane artista lombardo Edoardo Tresoldi che richiama, nelle forme, l’ultima fase dell’antica basilica paleocristiana. Composta da 4.500 metri di rete elettrosaldata zincata, la basilica di rete metallica è alta 14 metri e pesa in tutto circa sette tonnellate. La coraggiosa scelta di far dialogare archeologia e arte contemporanea rientra in una visione complessiva di paesaggio inteso nella sua complessità temporale fra testimonianze del passato e attualità del presente.


Fonte: musei.beniculturali.it

Località

Scopri il Nostro Territorio

Nei dintorni di: Cantine Arpi

Vivi il Nostro Territorio

Nei dintorni di: Cantine Arpi

Altri Local Ambassadors :

Dove Mangiare

Al primo piano, facciamo un'accurata selezione dei fornitori di materie prime e prodotti semi lavora...

Antica tenuta federiciana, Feudo della Selva, con le sue tinte tenui dal sapore intimamente romantic...

Cucina eccellente, caratterizzata da piatti deliziosi, vini apprezzatissimi e porzioni particolarmen...

Il Lowen Inn è un punto di riferimento storico per gli amanti del buon cibo e della birra di qualit...

A pochi passi dalla vivacità del centro di Foggia, sorge il Ristorante-Pizzeria Marigiò, un'oasi d...

Olga Café Restaurant è un'incantevole destinazione culinaria situata ad Apricena, in provincia di ...

Nasce Samí, il ristorante in fiera immerso in una location straordinaria nella città di Foggia, do...

Tan.Nico ti offre la possibilità, attraverso un viaggio sensoriale, di farti vivere esperienze che ...

Dove Dormire

Situato al centro della Capitanata, a pochi chilometri da Foggia, sorge l’agriturismo Al Celone. L...

L'Hotel Il Quadrifoglio è l'ideale per un soggiorno di lavoro o di svago, situandosi in posizione s...

L'Hotel Santa Barbara dispone di camere comodissime, oltre che di 2 ampie sale ristorante climatizza...

Eventi

Nei dintorni di: Cantine Arpi

Informativa breve

Noi utilizziamo cookie come specificato nella cookie policy. Puoi acconsentire all'utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa, interagendo con un link o un pulsante al di fuori di questa informativa o continuando a navigare in altro modo. Utilizziamo cookie di terze parti con lo scopo di capire come i visitatori interagiscono con il sito, raccogliendo e trasmettendo informazioni in forma anonima. Puoi liberamente prestare, rifiutare o revocare il tuo consenso, in qualsiasi momento, accedendo al pannello delle preferenze cookies. Puoi acconsentire all'utilizzo di tali tecnologie chiudendo questa informativa.